a

Global Coffee

Il pasterello Kaldi

Una delle più conosciute, se non la più famosa, è quella di Kaldi un pastorello dello Yemen. Non vedendo arrivare le capre che sorvegliava, decise di partire alla loro ricerca. Le ritrovò agitatissime e piene di energia, e incuriosito dal loro comportamento, le seguì notando che sembravano attratte dai piccoli frutti rossi di un arbusto che cresceva con abbondanza nell’area. Portò allora le “magiche” bacche in un monastero vicino, dove l’abate, credendole opera del diavolo, le butto al fuoco. Queste iniziarono ad emanare un intenso aroma e vennero pertanto recuperate. I monaci, come facevano con altri frutti, prepararono un decotto e dopo averlo bevuto constatarono che riusciva a tenerli svegli anche durante le veglie di preghiera. Da lì a poco impararono ad utilizzare le diverse parti della pianta (foglie e bacche) per la preparazione della nera e calda bevanda che conosciamo oggi.